TASSA DI SOGGIORNO AIRBNB AFFITTI BREVI

Tassa di soggiorno legge. Tassa di soggiorno affitti brevi cos'è. Tassa di soggiorno Airbnb. Tassa di soggiorno Milano, Firenze, Roma, Bologna, Torino... Tassa di soggiorno dove si paga?

TASSA DI SOGGIORNO locazioni brevi

Eccoci qua ad esplorare un altro punto delle locazione turistiche: la tassa di soggiorno.
In questo articolo riporto alcune informazioni e link utili per approfondire a seconda del comune in cui si affitta casa.


Domande e dubbi più comuni

Devo trattenere la tassa di soggiorno alle persone che ospito nel mio appartamento in affitto?



Non in tutti i comuni è richiesta la tassa di soggiorno, in taluni è richiesta per un tot. di mesi l'anno per altri solo per un numero minimo di notti (per esempio le prime 5 o 7 notti di soggiorno). Di solito i comuni più turistici o le città medio-grandi la richiedono mentre i piccoli comuni quasi mai.

Cos'è la tassa di soggiorno?


La tassa di soggiorno è una tassa fissa (di solito 1-2 € ) che paga l'ospite per ogni notte che soggiorna in una determinata zona. L'host deve trattenerla e versarla.
Non solo gli hotel, anche le locazioni brevi, le case vacanze e i B&B sono soggetti a questa tassa SE il comune in cui sono siti la richiede.

Come sapere se devi pagare la tassa di soggiorno?

Semplicemente devi andare nel comune e domandare queste 4 cose:

  1. Se richiedono la tassa di soggiorno, 
  2. In caso affermativo chiedere in che periodi è richiesta (tutto l'anno o soli in determinati mesi),
  3. A quanto ammonta,
  4. Le specifiche per effettuare il pagamento. 
Ti dico già che in grandi comuni come Bologna, Roma, Milano, Venezia, Firenze... la tassa di soggiorno è dovuta. Puoi anche cercare sul web digitando: "tassa di soggiorno + regione interessata".




Quando si paga la tassa di soggiorno?


La tassa di soggiorno la pagano i tuoi ospiti all'arrivo, in contanti, poi puoi provvedere trimestralmente a versarla al comune.

Novità riscossione tassa di soggiorno


La piattaforma di affitti turistici ha già raggiunto accordi a Genova, Bologna, Milano e Firenze. Pronti a parlarne a Torino per riscuotere automaticamente la tassa di soggiorno per ogni ospite accolto nella propria casa vacanza. Invece di riscuotere personalmente la tassa di soggiorno all'arrivo dell'ospite, sarà trattenuta da Airbnb stesso, inviata alle autorità competenti a nome dell'host.

Tassa di soggiorno comunale tramite Airbnb


Le cifre trattenute per pagare tale tassa appariranno sulla tua pagina Airbnb del tuo annuncio e, di fatto, non dovrai riscuotere tu le tasse all'arrivo dei tuoi ospiti.

TASSA di SOGGIORNO AUTOMATICA su AIRBNB: cosa fare.


Per confermare che il tuo annuncio si trova in un comune in cui si riscuote la tassa devi fare questi 3 passi:

  1. Vai su I tuoi annunci
  2. Clicca su Gestisci annuncio.
  3. Sopra la foto del tuo annuncio, clicca su Norme locali.

Se le tasse di soggiorno vengono riscosse e pagate a tuo nome, saranno elencate in fondo alla pagina.
In questo caso tu non dovrai pensare ad altro.




Novità TASSA di SOGGIORNO nei PRINCIPALI COMUNI


Qui di seguito alcuni articoli di approfondimento divisi per regione.

TASSA DI SOGGIORNO FIRENZE:

La tassa di soggiorno aumenta a Firenze nel 2018. Raddoppia per tutte le strutture di accoglienza, tranne che per gli hotel di lusso.

Turismo, tassa di soggiorno in aumento: raddoppia per Airbnb, nessun aumento per gli hotel di lusso.

Raddoppia la tassa di soggiorno per le camere e gli appartamenti affittati su Airbnb, per le case vacanza e per i Bed and breakfast da 1,50 a 3 euro a persona.

Tassa di soggiorno a Firenze, riscossione automatica per chi alloggia con Airbnb.

Siamo fra le prime città d’Italia, e fra quelle con un gettito di imposta di soggiorno più ampio, a raggiungere questo accordo che non solo semplifica il pagamento dell’imposta per i titolari di appartamenti in locazione turistica ma rappresenta anche un importante passo avanti per far emergere il sommerso.

IMPOSTA di SOGGIORNO TORINO:

L'imposta si applica per ogni persona e per ogni soggiorno, fino ad un massimo di 4 o 7 pernottamenti consecutivi, con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere che si trovano nel territorio del Comune di Torino, come definite dalla Legge regionale 15 aprile 1985 n. 31 in materia di turismo e richiamate nell’art. 1 del Regolamento comunale n. 349 per l’applicazione dell’imposta di soggiorno.

TASSA DI SOGGIORNO MILANO:

L’imposta di soggiorno nel Comune di Milano è stata istituita con la delibera n. 19 dell’11 giugno 2012 e, a partire dal 1 settembre 2012, è dovuta dai soggetti non residenti che soggiornano presso le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere del territorio. I titolari delle aziende ricettive sono incaricati della riscossione.
Info sulle tariffe imposta soggiorno Milano per affittacamere, case vacanza e Hotel.

La giunta comunale di Milano ha trovato un'intesa con i gestori dei portali web del turismo, per il versamento della tassa di soggiorno. Il sito Airbnb, inizierà a trattenere il canone dagli host per versarla direttamente nelle casse comunali. Un compito in meno per gli host.

TASSA DI SOGGIORNO GENOVA:

La tassa di Soggiorno a Genova è in vigore dal 1° marzo 2012.  Tutte le strutture ricettive extra-alberghiere hanno una sola tariffa di 1 euro.

TASSA DI SOGGIORNO BOLOGNA:

Il Comune di Bologna ha istituito l’imposta di soggiorno in vigore dal 1° settembre 2012.
L’Imposta di soggiorno è dovuta dai NON residenti che soggiornano nelle strutture ricettive quali: alberghi, residenze turistico-alberghiere, bed & breakfast, campeggi, villaggi turistici, case per ferie, ostelli, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati per uso turistico, agriturismi, strutture di turismo rurale.

L’imposta è dovuta nel limite massimo di cinque pernottamenti consecutivi, 


ARTICOLI UTILI




Aggiornato Ottobre 2017
Moira R.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti saranno visibili dopo l'approvazione.

Yandex.Metrica