Nuovo del blog? Scopri il mondo degli ⏩ affitti brevi. Salva la pagina nei tuoi preferiti per ritrovarla velocemente, quando serve.

Cerca nel blog

MIGLIOR LIBRO DEGLI OSPITI per casa vacanze, hotel, B&B

12:34 0 Comments

Libro di benvenuto casa vacanze. Libro degli ospiti per B&B, casa vacanze o appartamenti turistici.

libro degli ospiti per B&B

Il MIGLIOR LIBRO DEGLI OSPITI per casa vacanze e B&B

L'utilità del guest book è più che altro strategica. Incentivando gli ospiti a lasciare una recensione, fai in modo che "esternino" in questo quaderno anche le cose che non gli sono piaciute. Il più delle volte serve come attenuante alle pessime recensioni.



Questi 2 sopra elencati, sono i migliori libri degli ospiti che ho trovato sul mercato nel 2019. 

- Sono tematizzati per gli affitti brevi,
- Sono di ottima qualità (rilegatura a filo), 
- pagine resistenti a prova di fori,
- Sono esteticamente belli,
- Copertina rigida.

Possono essere usati come libri di benvenuto, o libro degli ospiti internazionali (ci sono scritte in varie lingue), è in formato DIN A4 (dimensione 21x29,7 cm), per hotel, pensioni, case vacanze ma anche ristoranti. Nel taccuino, a fogli bianchi, sono disponibili 164 pagine (82 fogli) per le dediche dei tuoi ospiti. 


Libro degli ospiti economico


Se vuoi qualcosa di più spartano ma comunque tematizzato, ti ho selezionato un libro degli ospiti economico per permettere ai tuoi guest di lasciare dei commenti sulla loro esperienza nella tua casa vacanze:




Copertina rigida e 128 pagine.

L'importanza del GUEST BOOK negli affitti brevi


Il libro degli ospiti ha una valenza molto importante per tutte le persone che hanno intrapreso la via dell'accoglienza. Spesso il potere del "guest book" è sottovalutato. In questo articolo, ti spiegherò perché dovresti averne uno e come usarlo per ottenere i migliori risultati.

L'importante è che, ad ogni commento lasciato dai tuoi ospiti, tu poi ringrazi il guest con un messaggio whatsapp, sms, email dicendo che il commento è stato apprezzato e utile.




Tutti noi abbiamo un'opinione e ci piace quando ci considerano, vero?

Se tu ti dimostri interessato al pensiero dei tuoi ospiti, gli stai dando VALORE. Per cui sollecitali nel darti dei consigli su cosa migliorare, cosa avrebbero voluto che non hanno trovato, opinioni sulle loro vacanze, suggerimenti da dare agli altri ospiti...
Non importa cosa scriveranno, l'importante è il valore che tu darai al loro pensiero.

Per incentivare le recensioni NON lasciare il quaderno bianco, nella prima pagina aggiungi delle scritte come:
Guest book: leave your comments, greetings, holiday impressions, tips. 
Il turista ha voglia di comunicare, parlare delle sue vacanze, scoperte... e lo fa con piacere.

CONTRO del guest Book:

Ho notato che mettendo un guest book in casa, in bella vista, le recensioni sui siti di casa vacanze diminuiscono (tutte anche quelle positive) ma, appurato dal libro degli ospiti che il tuo guest ha di te una bella opinione, puoi sollecitare con un messaggio whatsapp la recensione pubblica.
👉 Evita di chiederla se leggi un commento polemico o non idilliaco. Selezionati le recensioni positive e chiedi a quel target di fartela anche pubblicamente.

Esempio:
Ciao (nome), ho letto la vostra gradita recensione sul guest book. Sono ospiti come voi, veramente speciali, che mi trasmettono energia per fare sempre meglio ciò che faccio. Grazie per la recensione se voleste condividerla anche su (canale da cui arrivano: Airbnb, Booking...) mi farebbe immenso piacere. Quando volete, vi aspettiamo a braccia aperte: uno sconto è sempre assicurato per voi e amici.

Non avere paura di sembrare troppo "sdolcinato" in un mondo sempre pronto alla critica, all'offesa, mostrare apprezzamento ti rende unico e speciale.

TIP: Per rendere questo lavoro più veloce... creati un messaggio fac-simile adattato alla tua struttura, per copiarlo e incollarlo dopo la partenza del tuo guest.

Consiglio: Tutte le recensioni ottime, le puoi fotografare con lo smartphone e aggiungerle sul tuo profilo Facebook o Instagram per mostrarle agli altri tuoi possibili ospiti 😉 e perchè no, la più bella la puoi caricare anche sul tuo annuncio su Airbnb e Booking.

Bene, anche per oggi è tutto. Se trovi i consigli validi, mi farebbe piacere se li condividessi nel tuo social preferito.
Se vuoi rimanere aggiornato, segui il gruppo dedicato su FB 👉 i segreti degli host - learning blog
Lo puoi vedere anche da questa pagina:
Grazie e buon business!
Aggiornato Ottobre 2019
Moira Tips

LOCAZIONI BREVI: NON AFFITTARE A TUTTI - ecco perché

22:37 0 Comments

NON DEVI AFFITTARE CASA A TUTTI! Lo direbbe anche Frank Merenda, se si occupasse di affitti brevi e locazioni turistiche (magari usando altre parole 😅). Che cosa stai facendo per differenziarti e saltare all'occhio? In questo articolo vediamo come agire oggi per sbaragliare la concorrenza degli affitti brevi nella tua zona per il 2020 e oltre.

LOCAZIONI TURISTICHE

LOCAZIONI BREVI 

a chi affitti casa?


Cosa risponderesti a questa domanda:

" A chi affitti? Che tipo di clientela pernotta nella tua struttura? "

Se rispondi "a tutti; chiunque; varia" NON ti stai focalizzando.

Focalizzarsi nell'ambito degli affitti brevi, significa selezionare un tipo di clientela e lavorare SOLO con quella.

Moira... dici seriamente? Smettila di annusare fumi tossici!
No, tranquilla... gli unici fumi che inalo sono quelli delle acque sulfuree delle Terme. 😜

Ti spiego il motivo di questa affermazione.

Quando, come ora, il mercato degli affitti brevi è saturo, tu devi emergere o verrai travolto dall'onda del "casa di Tizio è uguale a casa di Caio". 

Quando c'è crisi la gente cosa fa? Offre più servizi del "vicino di casa" a prezzi minori. 

Se anche tu lo stai facendo, mi dispiace dirti che stai cavalcando l'onda della morte del tuo business delle locazioni brevi, casa vacanze, B&B che sia.


 CONCORRENZA AFFITTI BREVI: diamo i numeri



Molte persone si lagnano perché pensano di affittare poco... è davvero il tuo caso o sei poco realista?

Probabilmente non conosci nemmeno la portata del problema.
Fai un test con me... vai su BookingAirbnb o Homeaway e fai una ricerca per la zona che ti interessa, come se fossi un turista, per vedere con quanti competitors hai a che fare.


Come puoi vedere nell'immagine sopra, se cerco un alloggio a Milano, mi compaiono 3394 strutture SOLO su Booking e SOLO selezionando le voci: appartamenti e affittacamere (quindi escludendo B&B, case vacanze, hotel...).

Forse questo ti aiuterà a capire che, se affitti casa, è un puro miracolo; se non lo fai abbastanza o hai perso prenotazioni rispetto all'anno prima, è perché i competitors sono, quel tantino, decuplicati e TU non ti stai differenziando. Sei uno dei tanti.


AFFITTARE CASA in una grande città



Parto dal presupposto che tu sia presente sui migliori siti per affittare case vacanze almeno 3: BookingAirbnb o/e Homeaway per poi eventualmente decidere di focalizzarti sul canale che ti porta maggiori prenotazioni e guadagni.

A Milano, per esempio, come in ogni città italiana di quelle dimensioni, c'è una concorrenza spaventosa. Tu, guarda caso, affitti proprio in una zona ad alta concorrenza...

Che cosa stai facendo per differenziarti e saltare all'occhio?

Se, su Airbnb, hai fatto bene i compiti e hai ottimizzato il tuo annuncio seguendo queste pratiche 👉 Algoritmo di Airbnb - fattori che determinano il posizionamento degli annunci nei risultati di ricerca di Airbnb, sei già super host, plus, hai la prenotazione diretta...
hai comunque una media alta di competitors che sono lì a fregarti i clienti:

- chi punta sul prezzo più basso,
- chi punta sulla posizione,
- chi punta sulle belle recensioni...

Che dici? Tu preferisci Booking?

Non che Booking sia il beniamino dei poveri. Anche lui fa il suo interesse e mi presenta, per primi in classifica, i partner che pagano le commissioni più alte o le strutture con cui affitta di più o con più camere/residence di appartamenti ecc...

Insomma per un motivo o per l'altro NON hai la garanzia di avere una fetta di mercato. La tua.



“Personalizzazione” è la parola chiave del futuro





Appurato il fatto che, se sei LT (locazione turistica), non puoi "brandizzare" la tua struttura, puoi comunque presentarla in un determinato modo. (In caso tu abbia una struttura imprenditoriale le cose cambiano e logo e marchio sono altamente consigliati.)

Sono sicura che hai fatto tutto il possibile per rendere la tua casa bella, confortevole, aggiungendo più servizi per chiunque ma...
"fare o avere di più" non vuol dire per forza guadagnare di più. Anzi!

Specializzarsi in una nicchia di clientela vuol dire studiare i bisogni di una fetta di turisti e promuoversi solo per quella fetta di turisti.

Vuol dire favorire le preferenze personali e il profilo comportamentale del tuo cliente tipo.

Questa nicchia può essere una categoria o un bisogno specifico.

Esempio di categoria: cicloamatori, bikers, nomadi digitali, viaggiatori solitari, mamme con bambini piccoli, pensionati, studenti, donne incinta...

Esempio di bisogno: late o early check-in, oppure self check-in in modo che posso sentirmi libero di arrivare quando voglio senza avvisare. Io valuto tantissimo questa opzione.

👉 Idee su come attuare il self check-in


Cosa succederà quando sceglierai la tua nicchia? Perderai clienti.

No vabbè Moira ti ho letto fino a qui con tanta fiducia sperando di massimizzare i guadagni e ora mi dici che perderò clienti? Ma 'sti fumi delle Terme sono tossici missà! Eh dai!

Non cominciare a fare l'isterica agitata o ti mando zio con la betoniera. Poi ti cementizzo nel giardino e affitto casa tua ai pellegrini in adorazione del "santo martire host" che una volta alla settimana piange lacrime di sangue e porta fortuna a chi è ancora single...

Hai visto come ho creato un business di nicchia nel tuo loculo sperduto in mezzo alle Alpi Apuane facendo venire migliaia di pellegrini adoranti? 😎
Che pensi che facciano a Medjugorje?
Questo esempio è per spiegarti il concetto, non per dissacrare una credenza né per sacrificare tua madre nel giardino per favorire il tuo business.

Ad ogni modo, ho detto che perderai clienti NON che guadagnerai meno.
Pensaci... se tu che hai una necessità, un hobby, un bisogno, trovi un alloggio "su misura per te" molto probabilmente sei disposta a pagare di più per questo. Non solo tu, né io... migliaia di persone fanno tutti i giorni questa scelta, con diversi prodotti.
Se io mettessi 2 barattoli identici davanti a te, con lo stesso identico contenuto, uno lo chiamo "Crema spalmabile" e l'altro "Nutella"... indovina cosa comprerebbe l'80% delle persone?

Se io prendo una lampadina anonima in vendita a 2€ e la brandizzo e la pubblicizzo come "lampada notturna per bambini", la posso vendere a 10-15€, stesso prodotto con un margine di profitto maggiore... e la gente che ha un bambino piccolo, la compra. La mia non quella di 2€.

Scegli la tua nicchia e NON avrai più 3000 concorrenti con cui sgomitare e NON dovrai giocare al massacro dando di più al minor costo.

Prendi carta e penna che si parte con l'analisi.

TROVA LA TUA NICCHIA



  • STUDIA la TUA ZONA

Che tipo di clientela "viaggia" nella tua zona?
Scrivi i 3 principali tipi di clientela che vedi.

Per aiutarti ti faccio un esempio.

Lago di Garda:

- Tedeschi
- Famiglie con 2 figli piccoli
- Coppie in cerca di romanticismo nel fine settimana.

In una grossa città come Milano, Firenze, Venezia... il ventaglio di possibilità è più ampio, ma è lì che sta il bello.


  • ANALIZZA I TUOI DATI


Hai già una clientela che predilige la tua casa? Muoviti in quella direzione.
Non hai una clientela predominante? Scegli quella che tu preferisci magari sei appassionato di Yoga, di moto... Bè non sei l'unico al mondo, se hai passione sarà più facile essere convincenti per la tua nicchia.
Adori i bambini e accogli volentieri famiglie con neonati? Hai una location romantica e preferisci le coppie di innamorati? Bene.
Valuta e scegli principalmente secondo l'affluenza, poi le tue inclinazioni.

  • CERCA SE HAI già CONCORRENTI PER LA NICCHIA SCELTA

Te la spiego con un esempio. Se io oggi voglio andare sul mercato per vendere una crema alla nocciola spalmabile, mi scontro con un colosso come la Ferrero e la sua Nutella. Prezzo, gusto conosciuto e brand contro il mio marchio ignoto. Indovina chi vince? Indovina chi starà in prima posizione nella testa della gente?

Esatto👇👇👇



In questo caso hai 2 scelte:
O cambi prodotto,
o crei una nicchia per esempio una "crema alla nocciola spalmabile per celiaci" e gli dai un nome specifico.

Nel tuo caso, devi solo valutare se c'è mercato per la nicchia scelta e non che il mercato, nella tua zona, sia saturo.

Approposito... ragala un vasettino mignon di Nutella ai tuoi ospiti, giusto per gustarsi qualcosa made in Italy, molto goloso 😉

  • SCELTA la NICCHIA con OCULATEZZA

Ovviamente il target deve avere un certo numero di seguaci. Va bene "pensare di nicchia" ma "amanti del ramarro verde delle Amazzoni a Gubbio", anche no... così, a naso, senza studiare il segmento. Piuttosto, visto l'ambientazione, proporrei qualcosa di storico (allestire casa come una stanza di un castello, un armatura, oggetti antichi a tema...).

Per chi vuoi arredare la tua casa vacanze?


  • STUDIA LE ABITUDINI E ALLESTISCI CASA AL MEGLIO

Scelta la nicchia, si studia tutto sul genere. Se non sappiamo i reali bisogni, chiediamo ad un esperto.

Nicchia di nazionalità


Puoi fare anche un discorso di nazionalità se, per esempio noti che nella tua zona ci sono molti turisti francesi, inglesi, tedeschi... studia i loro bisogni, le abitudini e compra aggeggi che loro usano. Tv sat, libri o guide turistiche nella loro lingua... Devi farli sentire come a casa loro. Chiedi e ascolta i loro feedback per migliorare sempre di più.

Come fanno il caffè? Di sicuro non con la Moka.
Fanno colazione salata? Compra un cuociuova.
Amano i waffel? La mia ospite norvegese si è comprata una waffeliera, per esempio, ne sentiva la necessità.
Mangiano carne a volontà alla brace? Compra una bistecchiera.


Non è che tutti mangiano pasta, pane e pizza e caffè italiano... avendo viaggiato e vissuto in un ambiente multiculturale direi che ci sono molte differenze di usi e costumi.

Nicchia di età


Giovani o senior?
Se punti sui pensionati non importa che compri il fasciatoio, il terzo letto, la culla, lo scalda biberon... frega niente.
Meglio rendere casa più comoda per facilitare la vita (lavastoviglie anche mini se sono in 2 ospiti...), oggetti antiscivolo (soprattutto in bagno)... sgabello nella doccia.

Nicchia come stile di vita


Interisti, amanti delle 2 ruote, salutisti...

Se punti sui nomadi digitali, sui clienti che viaggiano per lavoro, non puoi avere la connessione internet difettosa.
Essenziale una comoda postazione lavoro, una casa luminosa, pratica e magari abbastanza moderna, essenziale.
Quindi, in questo caso, NO al pizzo della nonna sotto al soprammobile. Toglilo o ti sputacchio in un occhio. Se hai casa della nonna Papera e vuoi affittare ai Millenians: o cambi target o modernizza casa.

Targhetizza; arreda per quel target; scrivi per quel target; metti foto per quel target, rispondi agli eventuali dubbi aggiungendo la domanda al tuo annuncio.



  • CREA UN ANNUNCIO SPECIFICO PER QUEL TARGET


A DOMANDA, RISPOSTA

Se hai già esperienza di hosting, avrai già collezionato una caterva di probabili guest che ti contattano con le solite 4 domande tanto che ormai fai copia e incolla a oltranza. Ecco, nel tuo annuncio fai il copia incolla delle domande che ti fanno e sotto inserisci la risposta. Breve, chiara, concisa.

Pochi concetti ma chiari. Quando scrivi il tuo annuncio, non stai scrivendo la Divida Commedia o la guida della Lonely Planet stai vendendo un alloggio.
Io come turista in quel frangente non sto cercando "cosa vedere a Milano" non mi devi raccontare la storia del paese o le attrazioni ma sono alla ricerca di info più pratiche del genere:

- Questo appartamento ha il parcheggio.
- Questo appartamento ha il self check-in se vuoi arrivare alle 3 di notte qui puoi farlo senza problemi.
- Questo appartamento è ha 200 metri a piedi da... (principale attrazione o una delle più visitate della tua zona).

Cosa me ne frega se il Teatro alla Scala è nato da un incendio. Questo me lo dirai dopo che ho prenotato. Mi invierai una guida sulle cose da vedere magari suggerendomi un percorso che parte da casa tua. Questo è sbaragliare la concorrenza.

Bene, ho scritto un manuale più che un articolo. Spero che apprezzi, ci ho messo del tempo per crearlo. Se l'hai letto fino a qui vuole dire che sei molto motivato... e questo è bene. Se vuoi farmi sapere la nicchia che preferisci, lascia pure un commento nel modulo qui sotto altrimenti un clic di condivisione è sempre ben apprezzato. Grazie mille e buon business!

Articoli utili:
Contratto locazione turistica: cosa scrivere.
Ranking di Booking, popolarità e visibilità.
Cosa non deve mancare in una casa vacanze.

Aggiornato ottobre 2019
Moira Tips

COME CREARE UN ANGOLO COTTURA PER UNA STANZA IN AFFITTO

17:18 0 Comments
Angolo cottura attrezzato per B&B, ufficio, agriturismi, affittacamere: dal semplice angolo cottura piccolo da realizzare in una stanza per preparare una tisana/caffè, alla cucina a scomparsa. Idee per realizzare un angolo cottura. 


Angolo cottura attrezzato per B&B

Per migliorare il grado di soddisfazione dei tuoi ospiti e aumentare la redditività della tua struttura.

CAMERA CON ANGOLO COTTURA


Se gestisci un B&B, affitti solo stanze o una casa molto grande, su più piani, può essere una buona soluzione attrezzare la camera, o il corridoio che conduce alla zona notte in cui dormono più ospiti, con un angolo attrezzato.
Queste idee per allestire un angolo cottura sono valide anche per chi lo vuole creare in un ufficio.

Nei miei vari pernottamenti come guest, ho visto diverse soluzioni che riporto qui per prendere spunto:

Angolo attrezzato idee


Partiamo con un angolo cottura semplice: un mobile su cui appoggiare un microonde per permettere agli ospiti di riscaldare una pietanza, o bevanda, (attrezzato con tovaglioli, 3 piatti, posate, bottiglia d'acqua e bustine di caffè o tisane solubili).

Utile per chi affitta camere senza cucina condivisa o per chi si porta il pranzo da casa in Ufficio e deve solo riscaldarlo.




Varianti: Invece del microonde si può mettere anche una macchina del caffè, con cialde, oppure una piastra elettrica per cucinare.
In caso ti consiglio un piano di cottura a induzione portatile con protezione surriscaldamento per avere una sicurezza maggiore.



Se vuoi attrezzare una postazione cottura con più cose, prendi un mobile capiente con vari scaffali come questo:
Angolo cottura a più ripiani



Camera con angolo caffè


Se la tua esigenza è minimal, puoi pensare di riporre su un'angoliera o tavolino in camera, un bollitore elettrico/macchina del caffè e un contenitore con alcune capsule, tisane e bustine di zucchero di vario tipo per permettere agli ospiti di bersi qualcosa di caldo prima di dormire.

Utile per chi affitta una casa grande, su più piani con la zona notte distante dalla cucina. Angolo pausa caffè in ufficio.




Angolo cottura attrezzato per B&B, ufficio, agriturismi, affittacamere...


Infine passiamo ad un angolo cottura più strutturato.
Qui un esempio di Modulo da cucina a scomparsa chiamate anche cucine da ufficio.

Utile anche per chi affitta stanze ma vuole massimizzare gli introiti e/o aggiungere più servizi sugli annunci in modo da comparire su più ricerche e attrarre maggior clientela, aumentando i prezzi.



Si può optare per una cucina a scomparsa monoblocco basic oppure comporre da sé un angolo cottura usando:

- un armadio / mobile su cui appoggiare
- una piastra a induzione,
- una lavastoviglie portatile per lavare i piatti sporchi,
- una frigorifero mini.



Se hai bisogno anche di un tavolo e c'è pochissimo spazio opta per queste 3 soluzioni:

Tavolo a scomparsa. Sparisce quando non serve più.



Tavolo bar stretto con comodi ripiani



Un tavolino pieghevole.



CAMERA CON ANGOLO COTTURA

perché può favorire i tuoi affari?


A volte i turisti escono per cena ma hanno piacere di potersi preparare un caffè in casa, riscaldare qualcosa che hanno comprato oppure preparasi il pranzo al sacco prima di uscire alla scoperta della località.

SEGUI IL TREND:
Con il crescere delle intolleranze alimentari, è più facile trovare turisti che preferiscono cucinarsi i pasti da soli piuttosto che andare al ristorante per non contare di esigenze personali come quelle di chi viaggia con dei bambini piccoli ed ha bisogno di scaldare il latte o gli omogeneizzati.

Spesso, e mi aggiungo alla lista dei viaggiatori che amano l'angolo cottura, non serve per forza una cucina ma nemmeno una stanza con il solo letto e armadio è sufficiente. Soprattutto per soggiorni di 1 o 2 notti.
Personalmente l'angolo attrezzato lo trovo un punto a favore soprattutto per chi affitta stanze o spazi condivisi. Io li favorisco sempre durante gli spostamenti brevi.
Alla fine con poche centinaia di euro (anche meno) puoi diventare più competitivo.

Queste soluzioni le ho trovate spesso in Spagna in città come Barcellona e Madrid, in strutture condivise con ospiti in più stanze e alcune volte anche in Italia per l'esattezza a Trieste e Roma per differenziarsi dalla concorrenza. Una buona strategia a mio parere.

Bene, spero di averti dato degli spunti utili per allestire il tuo ufficio, valutare un upgrade della tua stanza e massimizzare i guadagni.
Se così fosse fammelo sapere condividendo l'articolo. Mi farebbe piacere.
Grazie ^_^

Aggiornato settembre 2019
Moira Tips

ASCIUGAMANI PER AFFITTI TURISTICI: come sceglierli

18:17 0 Comments

Cosa valutare quando scegli degli asciugamani, teli per il bagno per i tuoi ospiti. Biancheria bagno, asciugamani per chi affitta casa ai turisti. Errori da evitare.

set asciugamani bagno economici
Set asciugamani bagno per casa vacanze


Se affitti casa per brevi periodi ai turisti, saprai che gli asciugamani in bagno sono una delle cose che ricomprerai più spesso perché alcuni ospiti le macchiano in modo irreparabile.

Alcuni guest le usano per:

😱 struccarsi (mascara, eyeliner nero e fondotinta NON sono facilmente lavabili),
😱 andare in spiaggia al posto del telo che non hanno portato,
😱 pulire il "sederino" dei bambini,
😱 avvolgere i capelli dopo la tinta...

A forza di lavarle, anche con trattamenti intensi per togliere le macchie più ostiche, perderanno morbidezza e diventeranno come carta vetrata.

Tutto questo comporta il dover ricomprare gli asciugamani più spesso di quello che si pensa. A fine stagione è sempre meglio valutare quali tenere e quali buttare.

Leggi anche: dotazioni obbligatorie casa vacanze, locazioni turistiche.

SET ASCIUGAMANI BAGNO


Se sei capitato in questa pagina in cerca di un prodotto con un buon rapporto qualità-prezzo, qui di seguito, ti suggerisco dei set di salviette in vendita su Amazon:



Il primo kit di asciugamani è composto da:

- 2 teli doccia, 2 per il viso, 2 piccole per le mani.

Il secondo kit di biancheria bagno è vendibile in 2, 4 o 6 pezzi.

Entrambi sono:
  • Disponibili in diversi colori.
  • Lavabili in lavatrice e asciugabili in asciugatrice.
  • Trama in 100% cotone.
  • Buone recensioni da chi le ha precedentemente comprate e usate.
  • Morbidezza e assorbenza rapida.

SET ASCIUGAMANI BASSETTI SPUGNA


Se vuoi puntare di più su un brand italiano, ti consiglio un set Spugna Bassetti:



Il set comprende:
4 lavette 30x30 cm
2 asciugamani ospite 30x50 cm
2 asciugamani viso 50x100 cm
2 teli bagno 70x140 cm
100% cotone, grammatura 380 gr/mq (lavaggio consigliato max a 60°)

ASCIUGAMANI: qual è il miglior colore?


Qui, anche tra gli host, non ha vinto una "fazione" ma se ne sono create 3 distinte:

- C'è chi è cultore del bianco in modo che, all'occorrenza, le possa candeggiare.
- C'è chi preferisce colori più scuri (marrone, grigio scuro...) per "nascondere" qualche eventuale piccola macchia difficile da trattare.

Ed infine chi preferisce abbinarle agli oggetti o piastrelle che ha in bagno.
Tutte e 3 sono soluzione valide.


BIANCHERIA BAGNO: ERRORI DA EVITARE


Gli errori sono sostanzialmente 2 e io all'inizio della mia "carriera" li ho commessi tutti.

  • Comprare vari set di teli bagno di colore diverso.

Per esempio verde per un ospite, azzurro per l'altro.
Al momento mi sembrava una bella idea dividere otticamente i due set in modo che gli ospiti non si confondessero i teli una volta usati.

Ai fatti, mi sono complicata la vita perché avere gli asciugamani, e i teli, di differenti colori comporta che li debba lavare separatamente o comprare le salviettine "acchiappacolore" da mettere insieme ai capi che comunque ha un costo.


  • Comprare salviette con fantasie o colori particolari.


Comprare salviette con ricami o fantasie particolari ha un difetto enorme: se si rovina solo una salvietta del set, trovarla in commercio uguale è quasi impossibile. Questo comporta che ti ritroverai con degli asciugamani spaiati o dovrai spendere il triplo per sostituire tutto il set quando sarebbe stato sufficiente cambiare solo una salvietta.

Se vuoi disincentivare comportamenti scorretti, gli host del gruppo propongono di lasciare in bagno 2 tipi di salviette diverse:

Le salviette struccanti
Queste proposte hanno un buon rapporto prezzo-quantità



Le salviette intime o umidificate

Considera che la maggior parte degli ospiti stranieri NON usa il bidet perché non esiste nelle loro abitazioni e quindi per evitare che usino l'asciugamano per pulirsi le parti intime, è meglio fargli trovare della carta igienica umidificata.



Alcuni host del gruppo, pochi in verità, hanno optato per asciugamani usa e getta o di carta ma non so se tutti possano adottare questa scelta.

Bene, spero di averti dato degli spunti utili se così fosse, una condivisione dell'articolo è sempre gradita (vedi tasti social a fondo pagina).
Se hai altri suggerimenti utili, che non trovi scritti qui, non esitare a lasciare un commento qui sotto.

Continua la lettura 👉 Affitti brevi pagina iniziale.

Grazie e Buon business!

Aggiornato settembre 2019
Moira Tips

TRIPADVISOR: TELEFONO ASSISTENZA HOST

10:44 0 Comments

TRIPADVISOR numero di telefono assistenza proprietari. Numero verde TripAdvisor Italia. Contatti supporto degli host e dei manager di strutture ricettive registrati su Tripadvisor. Assistenza tecnica e assistenza Online.


TripAdvisor: numero assistenza proprietari
TripAdvisor: numero assistenza proprietari


👉 Telefono assistenza Tripadvisor (numero verde) 800 789 317




Centro gestione TripAdvisor


Qui trovi la pagina web di assistenza Online Triadvisor per la Gestione dell'annuncio; domande e dubbi.

Tripadvisor supporto tecnico


👉 Qui invece per l'assistenza tecnica su TripAdvisor.

TRIPADVISOR DOMANDE più FREQUENTI

clicca sulla domanda che ti interessa:

Puoi seguire gli aggiornamenti del blog nel gruppo dedicato su Facebook: a questa pagina trovi correlato il gruppo di 1200 persone interessate all'ospitalità ↓↓↓
Info più approfondite? Trovi la mia guida riguardo gli affitti brevi su Amazon.
Leggi l'estratto e vedi se fa al caso tuo.
Aggiornato settembre 2019
Moira Tips

MIGLIORI SITI PER AFFITTARE CASE VACANZE

11:42 0 Comments

Migliori siti per affittare case vacanze. Siti case vacanze più visitati. Siti per affittare case vacanze gratis. Siti affitto case vacanze privati. Siti per affittare case vacanze a stranieri.

migliori siti per pubblicizzare casa vacanze a turisti stranieri
migliori siti per affittare case vacanze

MIGLIORI SITI PER AFFITTARE CASE VACANZE

I principali siti in cui inserire casa sono essenzialmente 3. Tutti questi portali hanno visibilità internazionale. Clicca sul rispettivi link per leggere l'articolo di approfondimento:

Portali indicati sia per chi affitta casa in modo NON imprenditoriale sia per chi lo fa in modo professionale (strutture ricettive ed extra-ricettive).
Se cercate di attrarre una clientela extra Europea, come cinesi e russi, Airbnb e Booking sono i più usati dai turisti di questa nazionalità.

Mettere casa su Booking

Migliori siti per affittare casa agli Americani


Questi siti elencati qui di seguito, sono idonei sia per pubblicizzare case vacanze, locazioni turistiche sia all'estero che in Italia a seconda della zona in cui affitti o a seconda dei turisti che vuoi attrarre.


    Migliori siti per affittare casa agli spagnoli


    • Homeaway.es
    • Niumba partner di TripAdvisor Rental
    • vacaciones-espana .es
    • es.rentalia .com
    • locasun .es

    Migliori siti per affittare casa a tedeschi e austriaci, svizzeri


    • Fewo-direkt.de sito tedesco partner assorbito da Homeaway con visibilità anche in Austria e Svizzera.
    • Ferienhausmiete.de/vermieten. Abbonamento annuale.
    • Ferienwohnungen 
    • Casamundo.de 
    • Stayz.com.au (partner homeaway - Austria)
    • Chalet.myswitzerland.com/appartamento/ (Svizzera)


    Migliori siti per affittare casa agli inglesi


    • Ownersdirect assorbito da Homeway.co.uk
    • HolidayLettings assorbito da TripAdvisor Rental



    Questo screenshot qui sotto, mostra le prenotazioni ricevute da Ownersdirect su una locazione turistica che aiutavo a gestire a cui ho consigliato di provare questo sito inglese visto che la località è apprezzata da questo target di turisti.
    Infatti, le prenotazioni ricevute sono tutte di stranieri: inglesi e tedeschi.
    L'annuncio su Homeway. uk va inserito rigorosamente in inglese per essere efficace.
    promozione siti casa vacanza estero
    Migliori siti per affittare casa agli inglesi

    Migliori siti per affittare casa ai Francesi



    • Abritel.fr (partner Homeaway)
    • locasun.fr
    • vacances-location.net
    • vacances.seloger.com (con abbonamento annuale)
    • papvacances.fr (con abbonamento annuale)
    • amivac.com (con abbonamento annuale)

    Altri siti per affittare casa agli stranieri


    • Bookabach.co.nz (partner homeaway - Nuova Zelanda)
    • Newzealand.com/int/holiday-homes  (Nuova Zelanda) 
    • Sa-venues .com (Sud America)
    • Holiway. eu
    • CaseVacanza .it (turisti italiani. Annuncio gratuito o con abbonamento.)
    • Tuscany Villas (sei hai una villa, o un casale in Toscana da promuovere all'estero)
    • Belvilla .com 
    • MediaVacanze (Italia, abbonamento annuale).
    • Flatinchina .com (se hai una proprietà da promuovere in Cina)

      https://www.latanadelserpente.it/2015/05/HomeAway-conviene-inserire-un-alloggio.html

      Migliori siti per pubblicizzare casa vacanze in città, villa, B&B


      Tieni presente che, affittare casa all'estero, a Milano o Roma, in Sicilia o in Sardegna è diverso che affittare casa sul Garda, a Jesolo o in un paese poco conosciuto all'estero. Così come dovresti cambiare strategia a seconda se si affitta casa in città, in periferia, piuttosto che in una località di mare, montagna, su un'isola o sul continente.

      Località differenti necessitano di strategie diverse.  Non c'è un consiglio valido per tutti. Una strategia che funziona bene in una località marina probabilmente sarà infruttuosa in una città d'arte.

      Considera anche il periodo richiesto: di solito gli spagnoli e gli italiani cercano case a buon prezzo e, per lo più, nei mesi estivi mentre i turisti Nord Europei viaggiano anche in altri periodi dell'anno per cui è interessante cercare di attrarre anche quest'ultimo tipo di clientela per riempire i periodi meno richiesti. 

      Siti per affittare case vacanze a stranieri


      Conclusioni

      Avrai capito che non esiste il miglior sito per affittare una casa vacanza a stranieri che vada bene per tutti anche se consiglio di essere presente sui primi 3 siti indicati ad inizio post che sono quelli più conosciuti e usati da una clientela internazionale oltre che italiana.

      Ti lascio il tempo di valutare alcuni di questi siti e vedere se fanno al caso tuo. Concentrati sui più conosciuti ma datti la possibilità di provarne altri.

      Se vuoi ricevere gli aggiornamenti seguimi sul gruppo Facebook.

      Se pensi che l’articolo sia utile, fammelo sapere cliccando uno dei tasti social qui sotto. Grazie.😘

      Altri articoli utili inerenti alle 👉 locazioni brevi.


      Aggiornato Agosto 2019
      Moira Tips

      NORMATIVA CASA VACANZE NON IMPRENDITORIALE

      23:57 0 Comments

      Normativa case vacanze non imprenditoriale. Contratto locazione transitorio: conoscere la normativa per affittare casa nella mia regione? Normativa casa vacanze e locazioni brevi.

      Normativa locazione turistica non imprenditoriale
      Normativa casa vacanze non imprenditoriale

      NORMATIVA CASA VACANZE NON IMPRENDITORIALE 




      Casa vacanze o locazione turistica?


      Sarebbe meglio chiamarla locazione turistica non imprenditoriale (attività extra-ricettiva) per non confonderla con una "casa vacanze".
      Le case vacanze imprenditoriali, a differenza delle LT, possono offrire servizi turistici (pulizie giornaliere, servizi di ristorazione...) ma in questo caso si tratta di una struttura ricettiva professionale e non di locazione turistica, per cui con obblighi amministrativi e burocratici diversi. Come il caso dei B&B.

      Locazioni turistiche:


      Le locazioni Turistiche, inferiori a 30 giorni, con accordi stipulati tra privati, sono disciplinate dal Decreto Legislativo 50/2017

      Si intende locazione turistica LT o locazione pura quando:

      1. Affitti casa o uno spazio di essa per periodi inferiori a 30 giorni alla stessa persona durante l'anno. 

      2. Affittare saltuariamente/ stagionalmente l'immobile. Per esempio per le locazioni brevi svolte in Lombardia, sono obbligatori 90 giorni di chiusura all'anno (non per forza continuativi).
      Per cui ti invito ad informarti sulle normative comunali vigenti nella tua regione/comune in modo da sapere se avrai anche tu un obbligo di chiusura e l'iscrizione a portali dedicati come Turismo5 per la regione Lombardia: Sistema di gestione dei dati turistici Lombardia.
        3. Affittare un massimo di 2 immobili o 3 camere con un massimo di 6 posti letto complessivi.

        4. Affittare il tuo spazio senza fornire servizi aggiuntivi, quali colazione e pulizie giornaliere. Puoi fornire lenzuola e asciugamani e farti pagare per la pulizia finale.


        Affittare casa nella mia regione come locazione turistica?


        Come posso conoscere la normativa?

        Semplicemente rivolgendoti allo SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ RICETTIVE del tuo comune.
        In città come Roma c'è un sito dedicato online in cui è possibile fare tutto comodamente da casa. (Qui il sito del SUAR Roma.)

        Per tutti glia altri piccoli o medi comuni si può cercare online digitando sul motore di ricerca [Sportello Unico per le Attività Ricettive ...... (nome tuo comune)], oppure cercare solo [Comune di...] cercare un contatto telefonico e chiamare per chiedere info sulla normativa specifica.


        La procedura corretta per affittare casa tua



        Gli altri adempimenti necessari alla corretta tenuta della locazione per brevi periodi sono: 

        # Non superare il limite di 30 giorni per ogni contratto di locazione stipulato con la stessa persona.

        Esempio: 2 contratti di 20 giorni fatti il primo per un soggiorno a marzo e il secondo per un soggiorno a settembre, intestati alla stessa persona, esulano dalla classica LT. 20 gg + 20 gg = 40 giorni totali - eccedono il limite di 30 giorni annui.

        Puoi farlo ma in questo caso il secondo contratto va registrato all'Agenzia delle Entrate (pagando la registrazione). Nota positiva, se registri il contratto NON devi fare la segnalazione dati alla Questura.


        • Creare un contratto d'affitto turistico in forma scritta da fare firmare al conduttore.


        DA SAPERE: 
        Questa procedura è necessaria se affitti casa tua senza intermediari. Per ogni pagamento che ricevi tramite bonifico, pagamenti via Paypal, contanti... devi creare una ricevuta, o comprarne una come questa mostrata sotto, e apporre il bollo.



        NOTA: Se usi un intermediario come Airbnb non hai bisogno di rilasciare una ricevuta. Va eventualmente rilasciata soltanto a chi la richiede in quanto l'obbligo della ricevuta riguarda soltanto la cessione di beni.

        Sulla ricevuta, se l’importo supera le €. 77,47 (sia per l'acconto che per il saldo) deve essere apposta marca da bollo da € 2
        La marca da bollo può essere acquistata in cartoleria il blocchetto delle ricevute anche su Amazon.

        Approfondisci:

        Come scrivere un contratto da far firmare al tuo ospite?.
        Come e quando fare una ricevuta fiscale per i tuoi ospiti.

        Vuoi mettere casa su Booking?





        • La registrazione in questura. 



        Sì è dovuta. Anche se sei una LT, locazione turistica, e non solo una CAV, casa vacanza, devi registrare gli ospiti presso la questura.

        No Panic! Il procedimento è automatizzato. Puoi farlo comodamente stando a casa tua usando un PC. Dovrai recarti in questura solo la prima volta per fare domanda e richiedere il tuo codice personale per accedere alla pagina in cui dovrai inserire i dati dei tuoi ospiti.

        Leggi l'articolo dedicato 👉 Alloggiati web questura.


        • Richiedere la Tassa di soggiorno

        NON in tutti i comuni è dovuta.

        Per questo sottolineo l'esigenza di rivolgersi all'impiegato comunale per ottenere la licenza di locazione turistica NON imprenditoriale. Ripeto il più delle volte non ci saranno vincoli né normative particolari e dovrai solo pensare a inserire l'annuncio sui vari portali di casa vacanza.

        DA SAPERE: 
        I contratti di locazione di tipo turistico NON possono essere intestati a società, ma esclusivamente a privati. Per affittare a società di capitali c'è una forma di locazione diversa: il contratto di foresteria.
          Hai una Locazione Turistica?

          Concludo lasciandoti alla lettura dell'articolo che riguarda il 👉 pubblicizzare una locazione turistica NON imprenditoriale.

          Ricordati di mettere a norma la tua LT prima di iniziare l'attività equipaggiandola con la 👉 dotazione obbligatoria.

          Bene, anche per oggi è tutto.
          Se l’articolo informativo ti è stato utile, fammelo sapere condividendolo nel tuo social preferito. Lo apprezzo sempre. Grazie.

          Aggiornato Agosto 2019
          Moira Tips
          Yandex.Metrica