Nuovo del blog? Scopri il mondo degli ⏩ affitti brevi. Salva la pagina nei tuoi preferiti per ritrovarla velocemente, quando serve.

Cerca nel blog

DEVO FORNIRE LA FATTURA ALL'OSPITE BOOKING?

13:33 0 Comments
Come chiedere la fattura su booking. Booking rilascia fattura? Ricevere fattura booking. Ricevuta fiscale prenotazione booking. Come avere la fattura da booking? Booking pagamento in contanti.

FATTURA PER L'OSPITE AIRBNB
DEVO FORNIRE LA FATTURA ALL'OSPITE BOOKING?

DEVO FORNIRE LA FATTURA ALL'OSPITE BOOKING?

Sì, MA solo in 2 casi:

  • Se ti pagano all'arrivo. Sia che ti paghino in contanti o con carta di credito, devi fare la fattura o ricevuta fiscale a seconda del tuo inquadramento.
  • Se te le richiedono gli ospiti indipendentemente che abbiano pagato attraverso Booking o da te all'arrivo, gliela devi fornire.
Questo vale non solo per gli ospiti Booking ma anche quelli in arrivo dagli altri portali di casa vacanze (Airbnb, Homeaway, Vrbo...).

Ricevuta fiscale prenotazione booking


Gestisci una locazione turistica o una casa vacanza in modo imprenditoriale?

  • Se hai partita Iva rilascerai una fattura fiscale per ogni cliente.
  • Se NON hai partita Iva farai una ricevuta fiscale per gli ospiti che te lo chiedono oppure, per una gestione fiscale più facile, a tutti i clienti. Quest'ultima è la soluzione che i commercialisti consigliano per praticità.

Entrambe le soluzioni sono valide ai fini fiscali, per la dichiarazione dei redditi e per il rimborso spese per i tuoi ospiti, qualora ne avessero bisogno.

Sappi che è molto probabile che qualcuno ti chieda la ricevuta, per cui è meglio se ti attrezzi comprando il blocchetto delle ricevute fiscali 👈 (10 blocchetti per risparmiare) da usare al bisogno.



Come compilare una ricevuta di affitto agli ospiti di Booking?

Le ricevute vanno numerate per l'anno in corso.

Esempio:

Nel 2020 ricevi il primo ospite il 2 gennaio, all'arrivo al check-in, gli presenti la ricevuta (o fattura) numero 1 con la somma dell'affitto al lordo delle tasse e commissioni.

Gli apponi la marca da bollo che avrai precedentemente comprato (ne puoi comprare diverse anche giorni o mesi prima) l'originale va al tuo ospite, la copia la terrai tu in una cartelletta.

Il 31 dicembre 2020, farai l'eventuale ultima ricevuta dell'anno in corso e poi dal gennaio 2021 inizierai di nuovo la numerazione dalla numero 1.

Per gli ospiti che si accavallano (esempio: soggiorno 31 dicembre 2020 fino al 3 gennaio 2021), a seconda di quando farai la ricevuta, la inserirai nella cartella del 2020 o del 2021. 
Se farai la ricevuta al check-out nel gennaio 2021, s'intente che la ricevuta si sommerà agli introiti da pagare nel 2022 (se si parla di locazioni non imprenditoriali o partita Iva forfetaria).

Approfondisci in questo dettagliatissimo articolo: 
👉 Come compilare la ricevuta fiscale per l'ospite booking


Booking rilascia fattura per i miei clienti?


No, dovrai essere tu a fornire una fattura ai tuoi ospiti.
Booking è un intermediario e non invierà alcuna fattura, o ricevuta fiscale, per le prenotazioni delle stanze o della casa, né a te né ai tuoi ospiti.

Come avere la fattura da booking?


In qualità di proprietario che affitta casa tramite booking, potrai vedere il riepilogo dei tuoi guadagni nella sezione Contabilità dell'extranet e seleziona la voce Fatture. Le fatture che vedrai mostreranno le prenotazioni del mese precedente.

Come cliente che ha soggiornato in una casa vacanze o in una camera, dovrai richiedere la fattura al proprietario.

NOTA: Non è obbligato a rilasciartela ma, se la vuoi, devi richiederla prima o durante il soggiorno. Fonte: articolo 22 comma 6 del DPR n. 633/72




Se non te la fornisce, perché convinto che tu la debba chiedere a Booking, condividi questo articolo in modo che possa capire che è in errore e che sappia come farti avere una ricevuta (eventualmente anche via email se il soggiorno è terminato).

Bene, spero di aver risolto i tuoi dubbi.
Se vuoi rimanere aggiornato e seguire passo passo i punti per essere un buon host, segui la pagina "i segreti degli host" su FB.
Ci vediamo di là e se ti va di condividere l'articolo (cosa che mi farebbe molto piacere) clicca uno dei tasti social che vedi qui sotto. Grazie 😊

Per tutte le informazioni inerenti questo tema, puoi approfondire nella pagina dedicata: Fatture Booking.

Aggiornato agosto 2019
Moira Tips

Per prendere in gestione degli appartamenti turistici devo avere la partita iva

00:16 0 Comments
Per prendere in gestione degli appartamenti turistici devo avere la partita IVA? Codice Ateco locazione immobili di terzi. Codice Ateco locazione turistica. 

Codice Ateco locazione turistica.
Gestione appartamenti turistici e partita iva

Per prendere in gestione degli appartamenti turistici devo avere la partita iva


Ci sono 2 soluzioni...


Se i redditi percepiti da questa attività, è sporadica, limitata ad un alloggio gestito per un amico/conoscenze. Questi compensi occasionali vanno sommati in sede di dichiarazione dei redditi con i tuoi eventuali atri guadagni percepiti durante l'anno.
  • Se invece l'attività diventa abituale è richiesta l'apertura di partita Iva.
Si può scaricare online il modello AA9/12 da inviare all'Agenzia delle Entrate oppure tramite un commercialista. Valuta il regime forfettario (agevolato) con tassazione al 5% per i primi anni di attività.




Partita Iva per locazioni turistiche


Ogni attività che si esercita con la partita Iva ha il suo codice ATECO che in questo caso specifico è: 682001 – “locazione di beni immobili“.

Per ulteriori informazioni fiscali è bene informarsi da un consulente fiscale che può valutare caso per caso.

Se vuoi approfondire l'argomento su come gestire casa per conto terzi vai qui: fare il co-host 

Se trovi che ti stia stato utile, mi farebbe molto piacere se lo condividessi usando uno dei tasti social che vedi qui sotto. Grazie.

Aggiornato novembre 2019
Moira Tips

SITI COME AIRBNB

19:59 0 Comments

Siti come Airbnb per affittare la tua casa o per trovare un alloggio. Cercare delle alternative ad Airbnb per affittare casa. Siti simili ad Airbnb.

  • Airbnb il primo sito usato e il più popolare per cercare alloggi da privati in tutto il mondo.
  • Homeaway specializzato per case vacanze anche per famiglie e gruppi di amici.
  • Booking il sito più popolare al mondo in cui cercare case, hotel, B&B, appartamenti e pubblicizzarsi anche in nazioni come Russia e Cina.
  • Vrbo il sito più popolare per cercare casa negli Stati Uniti o per promuovere casa ai viaggiatori statunitensi.
siti come booking

- Se cerchi siti come Airbnb per trovare un alloggio, vai qui: migliori siti affidabili.
- Se invece cerchi delle alternative ad Airbnb per affittare casa vai qui:
Migliori siti per affittare casa, B&B, locazione turistica...

SITI COME AIRBNB

Airbnb


Il mio link d'invito, se vuoi 👉 iscriverti ad Airbnb.
Il mio link d'invito se vuoi 👉 un buono viaggio Airbnb (scopri quanto ammonta ora).

Vai a questa pagina: "Guida di Airbnb", se vuoi approfondire queste tematiche o hai questi dubbi...
  • Airbnb come modificare i prezzi su Airbnb,
  • Come aggiungere le spese pulizia su Airbnb,
  • Come impostare la cauzione su Airbnb,
  • Come impostare il numero di soggiorno minimo e massimo su Airbnb,
  • Come sincronizzare il calendario Airbnb con quello di altri siti di casa vacanza.
  • Come attivare la Prenotazione immediata Airbnb,
  • Come impostare i requisiti da selezionare per evitare ospiti non "certificati".
  • Come modificare o impostare i Metodi di pagamento Airbnb.




SITI ALTERNATIVI AD AIRBNB


HOMEAWAY


Il diretto concorrente di Airbnb


Inserisci il tuo annuncio su Booking.com - Con questo link d'invito, non paghi la percentuale al sito per le prime 5 prenotazioni!

siti come Booking

POST DI APPROFONDIMENTO:
Come funziona Booking per i proprietari.
Come iscriversi a Booking senza pagare commissioni.
è possibile mettere casa su Booking se non ho partita Iva?
- A quanto ammontano le commissioni su Booking?
Come cancellare le recensioni negative su Booking?

VRBO

Siti come Booking e Airbnb

siti simili ad airbnb

ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO:
Find out what it costs to list your property on VRBO.


SITI ALTERNATIVI AD AIRBNB


Altri siti alternativi ad Airbnb sono:


AFFITTARE CASA SU SITI COME AIRBNB 


EBOOK LOCAZIONI BREVI su  AMAZON

Se sei nuovo del mestiere, o vuoi approfondire le tematiche che leggi nell'elenco qui sotto, ti consiglio di acquistare la guida che ho scritto proprio per rispondere alle domande più frequenti che mi vengono poste: 

- Cosa fare per essere in regola?
- Come dichiaro i redditi percepiti dagli affitti brevi?
- In quali siti devo inserire un annuncio? Qual è il migliore?
- Devo pagare la tassa di soggiorno?
- Devo raccogliere i dati dei miei ospiti e presentarli alla questura?
- Devo fare un contratto?
- Cosa faccio se mi chiedono una ricevuta fiscale?
    Un e-book che ho pubblicato tempo fa e tenuto aggiornato, di anno in anno, con le nuove normative, leggi ecc... il prezzo NON equivale al contenuto che è esaustivo, ricco di contenuti in cui troverai tutto quello che ti serve per affrontare quest'avventura. La guida è pratica e concreta. Lo potrai rileggere sempre al bisogno.

    MIO EBOOK



    EBOOK AIRBNB SU  AMAZON

    Scarica l'estratto gratuito su Amazon per leggere le prime pagine. 

      COME AFFITTARE CASA - AFFITTI BREVI -

      - Dotazione obbligatoria casa vacanze per essere in regola.
      - Come fare self check-in

      Se l'argomento ti interessa e vuoi rimanere aggiornato, puoi seguirci anche su Facebook: I segreti degli host.

      Aggiornato Novembre 2019
      Moira Tips

      RICEVUTA PAGAMENTO AFFITTO TURISTICO fac simile

      16:56 12 Comments

      Fac simile ricevuta affitto occasionale per locazione turistica dove comprare il blocchetto, come compilarla. Ricevuta locazione turistica: quando mettere la marca da bollo e cose da sapere. Ricevuta fiscale per affitti brevi. Ricevuta affitto casa vacanze. Fac simile ricevuta affitto Airbnb.

      Stai affittando il tuo appartamento da solo o tramite Booking, Airbnb, Homeaway... e vuoi sapere se devi fare una ricevuta fiscale da consegnare all'arrivo dei tuoi ospiti? Bene, in questo articolo ti spiegherò dove comprare tutto l'occorrente e come compilare una ricevuta per affitto nel modo giusto.

      ricevuta pagamento affitto turistico
      Ricevuta pagamento affitto turistico


      RICEVUTA PAGAMENTO AFFITTO TURISTICO


      Sono obbligato a fare una ricevuta ad ogni ospite/turista/locatario per il loro pernottamento?


      Se sei una semplice Locazione Turistica (LT), senza partita Iva NON sei obbligato a rilasciare una ricevuta MA se il tuo ospite te la cerca gliela devi fornire per cui è bene comprare un blocchetto delle ricevute e usarlo al bisogno.
      (Fonte: articolo 22 comma 6 del DPR n. 633/72)

      Ricordati che se non hai partita Iva, non puoi emettere Fattura (molti ospiti chiedono "Fattura" ma sbagliano termine) per il rimborso spese è sufficiente anche una ricevuta fiscale.

      Il blocco delle ricevute per affitto turistico, lo trovi in qualsiasi negozio di valori bollati e anche su Amazon ne puoi trovare diversi, a pacchi, per risparmiare:
      👉 Blocco ricevuta affitto confezione da 5 pezzi.
      👉 Blocco ricevuta pagamento affitto 10 pezzi.


      C'è da dire che, per comodità, molti host rilasciano sempre le ricevute (in duplice copia) per ogni ospite che soggiorna nel loro immobile in modo da avere queste ricevute, numerate e ben ordinate, in una cartella da portare, l'anno successivo, in sede di dichiarazione dei redditi (commercialista, Caf, auto-compilata...)

      In caso contrario, se si usano intermediari come Airbnb, è sufficiente scaricare il riepilogo annuale delle rendite guadagnate a cui si sommeranno le eventuali ricevute fatte per locazioni dirette, vale a dire effettuate senza l'aiuto di nessun sito di casa vacanza/intermediario.
      Nel caso in cui l'ospite arrivato da Airbnb voglia comunque una ricevuta, ricordati di non sommarla al riepilogo annuale delle entrate che scaricherai a fine anno poiché già inclusa.




      Ma andiamo per ordine...

      Ricevuta di affitto turistico compenso lordo o netto?


      Sulla ricevuta devi scrivere la cifra al lordo delle tasse e delle percentuali di intermediazione.
      Vale a dire l'importo comprensivo della percentuale di Airbnb, Homeaway, Booking ecc... (sì anche se è del 15% l'intermediazione.)

      Marca da bollo quando è obbligatoria?


      È obbligatorio apporre la marca da bollo su ogni ricevuta che superi la cifra di  77,47 €
      RICORDA: 👉 Il locatore (chi dà in affitto l'immobile) ha l’obbligo di apporre la marca sulla ricevuta e il locatario (l’ospite) ha l’obbligo di pagarla.


      Quanto costa la marca da bollo?


      Ad oggi, anno 2019, la marca da bollo da apporre sulle ricevute di locazione costa 2€.

      Dove posso comprare la marca da bollo?

      Nelle rivendite di valori bollati alias tabacchino/ tabaccheria.
      Le marche da bollo le "fanno al momento". Non sono valori pre-stampati per cui devi proprio chiedere una marca da bollo di 2€ (anche se è meglio comprarne diverse per averle a portata di mano).

      Dove va applicata la marca da bollo?

      Sull'originale, mentre sulla copia carbone che rimane a te dovrai scrivere "bollo apposto sull'originale" e il numero del bollo.

      Le marche da bollo sono adesive, come puoi vedere nell'immagine qui sotto, e contengono un numero identificativo (0118117...) che è quello che dovrai scrivere nella tua copia carbone.

      DA SAPERE: nel momento in cui le acquisterai, verrà stampata la data e l'ora (nella foto qui sotto è il 25/04/2019 ore 17:31).
      Per legge, la marca da bollo apposta sulla ricevuta NON deve avere una data posticipata al giorno in cui emetti la ricevuta. Anticipata (anche di mesi) è possibile, posticipata NO ed è per questo che io ne compro diverse tutte insieme e le applico al bisogno.

      Se NON metti la marca da bollo sulla ricevuta o ne metti una con la data successiva, è prevista una sanzione amministrativa da una a cinque volte l'importo della marca (quindi massimo 12€). In caso non l'avessi fatto in modo corretto sappi che, dopo tre anni dall'emissione, la sanzione non è più esigibile.

      come fare ricevuta affitto

      Come compilare una ricevuta di affitto?


      Sulle ricevute devi scrivere:

      - Il numero delle ricevuta (n.1, 2 ... ogni anno, a Gennaio, si riparte da capo con la numerazione).
      - La data in cui dai la ricevuta,
      - I tuoi dati: nome e cognome, indirizzo di residenza e codice fiscale (spazio in alto a sinistra),
      - I dati del guest (nome e cognome, indirizzo e codice fiscale),
      - Le date del soggiorno,
      - Applicare la marca da bollo se l'affitto supera i 77,47€
      Nel riquadro Totale inserire l'importo del canone inclusa la marca da bollo (se dovuta).
      - Firma: la tua.
      RICEVUTA PAGAMENTO AFFITTO TURISTICO fac simile

      DA SAPERE: ci sono varie ricevute in commercio con l'impaginazione diversa l'una dall'altra. Non importa quale tu acquisti, l'importante è scrivere i dati elencati sopra. Volendo le potresti creare anche tu.
      - Ci sono le ricevute generiche.



      - e Le ricevute di affitto che sono più dettagliate (immagine sotto).


      Ricevuta pagamento affitto

      RICEVUTA PAGAMENTO AFFITTO TURISTICO fac simile 



      • Esempio ricevuta di pagamento affitto turistico occasionale:


      Ricevuta n... del ..../..../.... 

      Il sottoscritto:
      Nome e Cognome
      Indirizzo completo di residenza 
      Codice fiscale

      Dichiara di aver ricevuto dal locatario:

      Nome e cognome ospite
      Indirizzo di residenza e Codice fiscale

      L'affitto di Euro:
      Scrivere cifra lorda ricevuta (senza marca da bollo)

      Canone di Locazione corrisposto per:

      Locazione turistica, appartamento sito in via: .......
      per il periodo 1 gennaio al 7 gennaio 2019, per ospiti 2.

      Marca da Bollo € ....


      Imposta di bollo assolta sull'originale dovuta per importi superiori a € 77,47
      Codice ID: 

      Totale dovuto: ...........
      - Firma per quietanza- 

      ...............................


      NOTA 1:
      A volte l'ospite chiede la ricevuta di pagamento per essere rimborsato dall'azienda in caso sia un viaggio di lavoro. In questo caso puoi aggiungere una postilla sulla ricevuta con la cifra pagata anche per la tassa di soggiorno (se dovuta) in modo che possa dimostrare il pagamento ed essere rimborsato.
      Tassa di soggiorno di euro.......

      NOTA 2:
      Se l'ospite rimane più di 30 giorni, è necessario registrare il contratto per cui aggiungere anche questa dicitura:
      Canone di Locazione registrato presso l'Agenzia delle Entrate di ....... (nome città), in data...... , numero ...... , serie........... 
      Periodo dal ...... al ........

      Dove puoi scaricare il riepilogo annuale delle rendite guadagnate da Airbnb, Homeaway e Booking?


      Airbnb

      Vai nella tua dashboard e Clicca sull'immagine del profilo (foto in alto a destra)
      Dall'elenco a tendina clicca su: "Cronologia delle transazioni".
      Come vedi nell'immagine sotto cerca la cartella "guadagno lordo" e clicca il link "Scarica il CSV".


      Homeaway

      Vai nella tua dashboard e dall'elenco a sinistra clicca su: "Gestione prenotazioni" e poi su "Report finanziario".
      Come vedi nell'immagine sotto, ti apparirà la pagina "riepilogo del pagamento", seleziona l'anno interessato e clicca il link "Scarica".


      Booking

      Puoi vedere e scaricare in pdf le tue fatture usando anche l'app Pulse.

      - Tocca "Altro" e poi "Fatture". 
      Seleziona la struttura per cui vuoi vedere le fatture.
      - Tocca la fattura per cui vuoi vedere più dettagli.

      Per visualizzare la fattura dall'extranet:
      - Tocca "Vedi "
      - Clicca "Scarica PDF" per scarica la fattura sul tuo dispositivo.

      Riepilogo per chi gestisce una locazione turistica: i passi da seguire


      1. Fai un contratto come locazione breve.
      2. Emetti ricevuta di locazione (facoltativa su richiesta).

      Le rendite annuali vanno dichiarate nei redditi da fabbricati, quadro RB
      Puoi scegliere di volta in volta se usare la tassazione IRPEF o la cedolare secca a seconda di cosa di conviene di più.

      Hai una Locazione Turistica?

      Approfondisci:
      Tassazione locazione turistica NON imprenditoriale.


      Bene, spero di essere stata esaustiva.
      Se vuoi rimanere aggiornato e seguire passo passo i punti per essere un buon host, segui la pagina "learning content" sul gruppo FB: I segreti degli host blog.
      Ci vediamo di là e se ti va di condividere l'articolo (cosa che mi farebbe molto piacere) clicca uno dei tasti social che vedi qui sotto. Grazie 😊

      Pagina con tutti gli articoli a tema 👉 Affitti brevi.

      Aggiornato Novembre 2019

      LOCAZIONI BREVI: NON AFFITTARE A TUTTI - ecco perché

      22:37 4 Comments

      NON DEVI AFFITTARE CASA A TUTTI! Lo direbbe anche Frank Merenda, se si occupasse di affitti brevi e locazioni turistiche (magari usando altre parole 😅). Che cosa stai facendo per differenziarti e saltare all'occhio? In questo articolo vediamo come agire oggi per sbaragliare la concorrenza degli affitti brevi nella tua zona per il 2020 e oltre.

      LOCAZIONI TURISTICHE

      LOCAZIONI BREVI 

      a chi affitti casa?


      Cosa risponderesti a questa domanda:

      " A chi affitti? Che tipo di clientela pernotta nella tua struttura? "

      Se rispondi "a tutti; chiunque; varia" NON ti stai focalizzando.

      Focalizzarsi nell'ambito degli affitti brevi, significa selezionare un tipo di clientela e lavorare SOLO con quella.

      Moira... dici seriamente? Smettila di annusare fumi tossici!
      No, tranquilla... gli unici fumi che inalo sono quelli delle acque sulfuree delle Terme. 😜

      Ti spiego il motivo di questa affermazione.

      Quando, come ora, il mercato degli affitti brevi è saturo, tu devi emergere o verrai travolto dall'onda del "casa di Tizio è uguale a casa di Caio". 

      Quando c'è crisi la gente cosa fa? Offre più servizi del "vicino di casa" a prezzi minori. 

      Se anche tu lo stai facendo, mi dispiace dirti che stai cavalcando l'onda della morte del tuo business delle locazioni brevi, casa vacanze, B&B che sia.



       CONCORRENZA AFFITTI BREVI: diamo i numeri



      Molte persone si lagnano perché pensano di affittare poco... è davvero il tuo caso o sei poco realista?

      Probabilmente non conosci nemmeno la portata del problema.
      Fai un test con me... vai su BookingAirbnb o Homeaway e fai una ricerca per la zona che ti interessa, come se fossi un turista, per vedere con quanti competitors hai a che fare.


      Come puoi vedere nell'immagine sopra, se cerco un alloggio a Milano, mi compaiono 3394 strutture SOLO su Booking e SOLO selezionando le voci: appartamenti e affittacamere (quindi escludendo B&B, case vacanze, hotel...).

      Forse questo ti aiuterà a capire che, se affitti casa, è un puro miracolo; se non lo fai abbastanza o hai perso prenotazioni rispetto all'anno prima, è perché i competitors sono, quel tantino, decuplicati e TU non ti stai differenziando. Sei uno dei tanti.


      AFFITTARE CASA in una grande città



      Parto dal presupposto che tu sia presente sui migliori siti per affittare case vacanze almeno 3: BookingAirbnb o/e Homeaway per poi eventualmente decidere di focalizzarti sul canale che ti porta maggiori prenotazioni e guadagni.

      A Milano, per esempio, come in ogni città italiana di quelle dimensioni, c'è una concorrenza spaventosa. Tu, guarda caso, affitti proprio in una zona ad alta concorrenza...

      Che cosa stai facendo per differenziarti e saltare all'occhio?

      Se, su Airbnb, hai fatto bene i compiti e hai ottimizzato il tuo annuncio seguendo queste pratiche 👉 Algoritmo di Airbnb - fattori che determinano il posizionamento degli annunci nei risultati di ricerca di Airbnb, sei già super host, plus, hai la prenotazione diretta...
      hai comunque una media alta di competitors che sono lì a fregarti i clienti:

      - chi punta sul prezzo più basso,
      - chi punta sulla posizione,
      - chi punta sulle belle recensioni...

      Che dici? Tu preferisci Booking?

      Non che Booking sia il beniamino dei poveri. Anche lui fa il suo interesse e mi presenta, per primi in classifica, i partner che pagano le commissioni più alte o le strutture con cui affitta di più o con più camere/residence di appartamenti ecc...

      Insomma per un motivo o per l'altro NON hai la garanzia di avere una fetta di mercato. La tua.



      “Personalizzazione” è la parola chiave del futuro





      Appurato il fatto che, se sei LT (locazione turistica), non puoi "brandizzare" la tua struttura, puoi comunque presentarla in un determinato modo. (In caso tu abbia una struttura imprenditoriale le cose cambiano e logo e marchio sono altamente consigliati.)

      Sono sicura che hai fatto tutto il possibile per rendere la tua casa bella, confortevole, aggiungendo più servizi per chiunque ma...
      "fare o avere di più" non vuol dire per forza guadagnare di più. Anzi!

      Specializzarsi in una nicchia di clientela vuol dire studiare i bisogni di una fetta di turisti e promuoversi solo per quella fetta di turisti.

      Vuol dire favorire le preferenze personali e il profilo comportamentale del tuo cliente tipo.

      Questa nicchia può essere una categoria o un bisogno specifico.

      Esempio di categoria: cicloamatori, bikers, nomadi digitali, viaggiatori solitari, mamme con bambini piccoli, pensionati, studenti, donne incinta...

      Esempio di bisogno: late o early check-in, oppure self check-in in modo che posso sentirmi libero di arrivare quando voglio senza avvisare. Io valuto tantissimo questa opzione.

      👉 Idee su come attuare il self check-in


      Cosa succederà quando sceglierai la tua nicchia? Perderai clienti.

      No vabbè Moira ti ho letto fino a qui con tanta fiducia sperando di massimizzare i guadagni e ora mi dici che perderò clienti? Ma 'sti fumi delle Terme sono tossici missà! Eh dai!

      Non cominciare a fare l'isterica agitata o ti mando zio con la betoniera. Poi ti cementizzo nel giardino e affitto casa tua ai pellegrini in adorazione del "santo martire host" che una volta alla settimana piange lacrime di sangue e porta fortuna a chi è ancora single...

      Hai visto come ho creato un business di nicchia nel tuo loculo sperduto in mezzo alle Alpi Apuane facendo venire migliaia di pellegrini adoranti? 😎
      Che pensi che facciano a Medjugorje?
      Questo esempio è per spiegarti il concetto, non per dissacrare una credenza né per sacrificare tua madre nel giardino per favorire il tuo business.

      Ad ogni modo, ho detto che perderai clienti NON che guadagnerai meno.
      Pensaci... se tu che hai una necessità, un hobby, un bisogno, trovi un alloggio "su misura per te" molto probabilmente sei disposta a pagare di più per questo. Non solo tu, né io... migliaia di persone fanno tutti i giorni questa scelta, con diversi prodotti.
      Se io mettessi 2 barattoli identici davanti a te, con lo stesso identico contenuto, uno lo chiamo "Crema spalmabile" e l'altro "Nutella"... indovina cosa comprerebbe l'80% delle persone?

      Se io prendo una lampadina anonima in vendita a 2€ e la brandizzo e la pubblicizzo come "lampada notturna per bambini", la posso vendere a 10-15€, stesso prodotto con un margine di profitto maggiore... e la gente che ha un bambino piccolo, la compra. La mia non quella di 2€.

      Scegli la tua nicchia e NON avrai più 3000 concorrenti con cui sgomitare e NON dovrai giocare al massacro dando di più al minor costo.

      Prendi carta e penna che si parte con l'analisi.




      TROVA LA TUA NICCHIA



      • STUDIA la TUA ZONA

      Che tipo di clientela "viaggia" nella tua zona?
      Scrivi i 3 principali tipi di clientela che vedi.

      Per aiutarti ti faccio un esempio.

      Lago di Garda:

      - Tedeschi
      - Famiglie con 2 figli piccoli
      - Coppie in cerca di romanticismo nel fine settimana.

      In una grossa città come Milano, Firenze, Venezia... il ventaglio di possibilità è più ampio, ma è lì che sta il bello.


      • ANALIZZA I TUOI DATI


      Hai già una clientela che predilige la tua casa? Muoviti in quella direzione.
      Non hai una clientela predominante? Scegli quella che tu preferisci magari sei appassionato di Yoga, di moto... Bè non sei l'unico al mondo, se hai passione sarà più facile essere convincenti per la tua nicchia.
      Adori i bambini e accogli volentieri famiglie con neonati? Hai una location romantica e preferisci le coppie di innamorati? Bene.
      Valuta e scegli principalmente secondo l'affluenza, poi le tue inclinazioni.

      • CERCA SE HAI già CONCORRENTI PER LA NICCHIA SCELTA

      Te la spiego con un esempio. Se io oggi voglio andare sul mercato per vendere una crema alla nocciola spalmabile, mi scontro con un colosso come la Ferrero e la sua Nutella. Prezzo, gusto conosciuto e brand contro il mio marchio ignoto. Indovina chi vince? Indovina chi starà in prima posizione nella testa della gente?

      Esatto👇👇👇



      In questo caso hai 2 scelte:
      O cambi prodotto,
      o crei una nicchia per esempio una "crema alla nocciola spalmabile per celiaci" e gli dai un nome specifico.

      Nel tuo caso, devi solo valutare se c'è mercato per la nicchia scelta e non che il mercato, nella tua zona, sia saturo.

      Approposito... ragala un vasettino mignon di Nutella ai tuoi ospiti, giusto per gustarsi qualcosa made in Italy, molto goloso 😉

      • SCELTA la NICCHIA con OCULATEZZA

      Ovviamente il target deve avere un certo numero di seguaci. Va bene "pensare di nicchia" ma "amanti del ramarro verde delle Amazzoni a Gubbio", anche no... così, a naso, senza studiare il segmento. Piuttosto, visto l'ambientazione, proporrei qualcosa di storico (allestire casa come una stanza di un castello, un armatura, oggetti antichi a tema...).

      Per chi vuoi arredare la tua casa vacanze?


      • STUDIA LE ABITUDINI E ALLESTISCI CASA AL MEGLIO

      Scelta la nicchia, si studia tutto sul genere. Se non sappiamo i reali bisogni, chiediamo ad un esperto.

      Nicchia di nazionalità


      Puoi fare anche un discorso di nazionalità se, per esempio noti che nella tua zona ci sono molti turisti francesi, inglesi, tedeschi... studia i loro bisogni, le abitudini e compra aggeggi che loro usano. Tv sat, libri o guide turistiche nella loro lingua... Devi farli sentire come a casa loro. Chiedi e ascolta i loro feedback per migliorare sempre di più.

      Come fanno il caffè? Di sicuro non con la Moka.
      Fanno colazione salata? Compra un cuociuova.
      Amano i waffel? La mia ospite norvegese si è comprata una waffeliera, per esempio, ne sentiva la necessità.
      Mangiano carne a volontà alla brace? Compra una bistecchiera.


      Non è che tutti mangiano pasta, pane e pizza e caffè italiano... avendo viaggiato e vissuto in un ambiente multiculturale direi che ci sono molte differenze di usi e costumi.

      Nicchia di età


      Giovani o senior?
      Se punti sui pensionati non importa che compri il fasciatoio, il terzo letto, la culla, lo scalda biberon... frega niente.
      Meglio rendere casa più comoda per facilitare la vita (lavastoviglie anche mini se sono in 2 ospiti...), oggetti antiscivolo (soprattutto in bagno)... sgabello nella doccia.

      Nicchia come stile di vita


      Interisti, amanti delle 2 ruote, salutisti...

      Se punti sui nomadi digitali, sui clienti che viaggiano per lavoro, non puoi avere la connessione internet difettosa.
      Essenziale una comoda postazione lavoro, una casa luminosa, pratica e magari abbastanza moderna, essenziale.
      Quindi, in questo caso, NO al pizzo della nonna sotto al soprammobile. Toglilo o ti sputacchio in un occhio. Se hai casa della nonna Papera e vuoi affittare ai Millenians: o cambi target o modernizza casa.

      Targhetizza; arreda per quel target; scrivi per quel target; metti foto per quel target, rispondi agli eventuali dubbi aggiungendo la domanda al tuo annuncio.



      • CREA UN ANNUNCIO SPECIFICO PER QUEL TARGET


      A DOMANDA, RISPOSTA

      Se hai già esperienza di hosting, avrai già collezionato una caterva di probabili guest che ti contattano con le solite 4 domande tanto che ormai fai copia e incolla a oltranza. Ecco, nel tuo annuncio fai il copia incolla delle domande che ti fanno e sotto inserisci la risposta. Breve, chiara, concisa.

      Pochi concetti ma chiari. Quando scrivi il tuo annuncio, non stai scrivendo la Divida Commedia o la guida della Lonely Planet stai vendendo un alloggio.
      Io come turista in quel frangente non sto cercando "cosa vedere a Milano" non mi devi raccontare la storia del paese o le attrazioni ma sono alla ricerca di info più pratiche del genere:

      - Questo appartamento ha il parcheggio.
      - Questo appartamento ha il self check-in se vuoi arrivare alle 3 di notte qui puoi farlo senza problemi.
      - Questo appartamento è ha 200 metri a piedi da... (principale attrazione o una delle più visitate della tua zona).

      Cosa me ne frega se il Teatro alla Scala è nato da un incendio. Questo me lo dirai dopo che ho prenotato. Mi invierai una guida sulle cose da vedere magari suggerendomi un percorso che parte da casa tua. Questo è sbaragliare la concorrenza.

      Bene, ho scritto un manuale più che un articolo. Spero che apprezzi, ci ho messo del tempo per crearlo. Se l'hai letto fino a qui vuole dire che sei molto motivato... e questo è bene. Se vuoi farmi sapere la nicchia che preferisci, lascia pure un commento nel modulo qui sotto altrimenti un clic di condivisione è sempre ben apprezzato. Grazie mille e buon business!

      Articoli utili:
      Contratto locazione turistica: cosa scrivere.
      Ranking di Booking, popolarità e visibilità.
      Cosa non deve mancare in una casa vacanze.

      Aggiornato ottobre 2019
      Moira Tips

      RANA PORTA SOLDI per propiziare la ricchezza

      18:59 0 Comments

      Rana porta soldi e ricchezza. Rana porta fortuna. Rana cinese. Rana feng shui un soprammobile usato nel per propiziare la fortuna e la prosperità finanziaria da mettere vicino alla porta di casa. 

      rana feng shui
      RANA PORTA SOLDI

      Rana porta fortuna


      Casa mia è energizzata con le tecniche feng shui, soprattutto da quando ho notato che, dopo il trasloco, ho avuto un periodo di uscite di denaro piuttosto insolite ed imprevedibili. Sistemato casa con oggetti e colori idonei, spostato i mobili ed energizzato i punti deboli con degli specchi, l'emorragia di denaro è terminata e, anzi, devo dire che, tirate le somme dell'anno, ho guadagnato di più rispetto all'anno precedente.

      RANA PORTA SOLDI


      Qui di seguito, un elenco da cui scegliere la tua rana feng shui: questo oggetto è molto usato nell'arte del feng shui per attirare prosperità, soldi, ricchezza.
      Regalatelo per portare prosperità in casa tua o, donalo, come regalo originale per un amico che, magari, ha appena avviato il suo business.

      Rana seduta su un monte di monete cinesi. Misure: circa 11x11 cm
      Rana della Prosperità
      Il Rospo dei soldi ovvero Fortune Frog
      Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
      € 34,00


      Piccola rana porta fortuna


      Se vuoi comprare qualcosa di più discreto, questa rana porta soldi misura 6,5 x 6 x 5 cm. Piccole dimensioni, sì, ma senza perdere il suo intento di abbondanza.



      Due Money Frog Feng Shui 

      Questo soprammobile portafortuna è doppio, ottimo se ne vuoi regalare uno ad un'amica, o partner, e uno tenerlo tu. Dimensioni di ogni pezzo singolo: 4,4 cm x 4 cm x 3,5 cm.



      Rana feng shui con Budda

      La variante Rana nera con Budda seduto sopra. Misure: 15 x 15 x 15 cm. Peso 2 Kg.



      Rospo Feng shui in giada


      Se preferisci un materiale diverso dal solito color dorato, questo rospo porta soldi, è color verde in giada. Dimensioni: 10 x 6 x 5 cm



      Rana porta soldi dove si mette in casa?


      O nella zona sud est di casa, su un ripiano, oppure nella versione più nota, vicino alla porta di casa ma con la schiena rivolta verso la porta e la moneta che guarda verso l'interno di casa. Un modo per propiziare che i soldi da fuori vengano dentro. Per aumentare la prosperità puoi mettere sotto la rana feng shui un tappetino o un pezzo di stoffa rosso.

      Se l'articolo ti è stato utile nella scelta della tua rana portasoldi,  mi farebbe piacere se condividessi l'articolo nel tuo social preferito.

      Articoli correlati:
      Feng shui letto dove posizionarlo.

      Aggiornato agosto 2019
      Moira Tips

      si può VERNICIARE IL LEGNO SENZA CARTEGGIARE?

      18:03 0 Comments
      Verniciare il legno senza carteggiare è possibile?

      Sì, io l'ho fatto e ora ti spiego come.

      verniciare mobile legno lucido
      verniciare un mobile senza carteggiare
      In questa immagine vedi la testata del letto di legno lucidato a cui ho cambiato colore scegliendo una tonalità grigio sabbia. Non ho carteggiato nulla. Alla fine vedrai i risultati.

      VERNICIARE UN MOBILE SENZA CARTEGGIARE


      Mi sono cimentata in questo lavoro di verniciatura del legno, per rinnovare il colore dei mobili e delle porte, del mio appartamento a Gran Canaria. Lo vendevano arredato e i mobili, di legno robusto, erano vecchi e rovinati, già verniciati e lucidati da modernizzare con un colore più attrattivo.

      verniciare una porta in legnoverniciare una sedia  di legno

      Non ho una grande forza fisica per cui l'idea di carteggiare 3 porte, su entrambi lati, il tavolo, la credenza, l'armadio e la testata del letto mi faceva desistere dall'idea di cominciare il lavoro di verniciatura.

      Fortunatamente esiste un modo per cambiare colore ai mobili di legno senza carteggiare.

      Verniciare porte interne senza carteggiare


      Sono partita dalla porta del bagno: io non l'ho tolta dai cardini ma a te consiglio di farlo per ottenere un lavoro rifinito meglio. Se trovi qualche aitante muscoloso, fatti aiutare a toglierla e appoggiarla su un supporto di legno, magari in balcone, garage o cantina. Mi raccomando prima copri il pavimento con la carta dei giornali e prepara tutto il materiale:
      • rulli, 
      • pennelli,
      • guanti,
      • vaschetta colore,
      • vernice del colore desiderato.
      Ho coperto la maniglia e le parti in metallo con del nastro carta, per non rovinarli. Ho passato un panno con del liquido sgrassante per pulire la superficie della porta da polvere e altri residui di sporco.
      Una volta asciutta si inizia con il lavoro di pittura.


      VERNICIARE UN MOBILE SENZA CARTEGGIARE 


      Ti servirà un:

      Aggrappante per legno senza carteggiare



      A cosa serve il fondo all'acqua detto anche aggrappante?

      Per preparare la superficie del legno prima della tinteggiatura con il colore desiderato.
      Asciuga rapidamente e rende ruvido il legno. Se ci passi la mano, una volta asciugato, lo senti. Questo permette di evitare la carteggiatura perché rende il mobile pronto alla verniciatura successiva e fa in modo che la vernice non si stacchi dopo poco tempo.

      Questo è la porta dell'armadio dopo la verniciatura con l'aggrappante fatta con rullo e con il pennello per rifinire i dettagli e gli angoli più ostici. Il fondo è sempre bianco indipendentemente dal colore finale che tu scegli.

      verniciare vecchi mobili di bianco

      Il legno così trattato, può essere sopra-verniciato sia con vernici all'acqua che a solvente.

      Vernice per mobili senza carteggiare




      VERNICIARE UN MOBILE di LEGNO con UNA SOLA MANO DI PITTURA

      Se hai un mobile scuro e vuoi che diventi chiaro puoi anche valutare l'acquisto di uno smalto per mobili di legno molto coprente e usarlo sopra l'aggrappante. Questo linkato, da quanto pubblicizzato, pare che NON necessiti di una mano di primer, come appena spiegato, però non avendo usato questa vernice in prima persona non posso confermare né smentire. Valuta dalle recensioni, eventualmente.




      Verniciare legno senza carteggiare

      Cose utili da comprare per un risultato ottimale:

      Rulli di schiuma e Set di pennelli sintetici che garantiscono l'assenza di perdita di fibre e una finitura liscia. Volendo puoi usare una pistola a spruzzo, ovviamente non mi sono fatta mancare neppure questo lavoro.

      La vernice è importante sceglierla di buona qualità... fa la differenza. Però, oltre lo smalto, anche il rullo e il pennello sono importanti per evitare che rilascino peli, setole... e rovinino il lavoro fatto.




      Ti suggerisco di "buttare un occhio" anche a questa pagina su Amazon dedicata alla 👉 pittura e materiale di preparazione perché puoi trovare altre cose utili per la tua situazione come lo stucco riempitivo, in caso il tuo mobile avesse dei solchi, buchi, graffi da riempire prima di essere verniciato.


      Conclusioni:


      Seguendo i consigli di questo articolo, potrai pitturare i vecchi mobili di casa tua anche se non lo hai mai fatto prima. Se ci sono riuscita io (un metro e cinquanta per 40 chili di fisico rubato all'agricoltura) puoi farcela anche tu: devi solo trovare il tempo e la voglia. Puoi dipingere un armadio senza carteggiare, verniciare sedie in legno senza carteggiare, verniciare porte senza carteggiare... tutto quello che vuoi.

      Qui sotto puoi vedere i miei risultati (foto fatte con un vecchio smartphone, abbia pazienza). La testata del letto è diventata color grigio sabbia.

      come rinnovare mobili anni 70

      La porta di casa, molto vecchia e rovinata, è diventata color sabbia e fa un bell'effetto. La sedia l'ho dipinta di nero con stencil per fare i triangoli bianchi, la credenza e l'armadio verniciati di nero con decorazioni che poi, l'anno successivo ho ridipinto di beige.

      verniciare i mobili di casa

      In questa foto, porta di casa, porta del bagno e l'armadio a muro ridipinto. Dopo un anno sono ancora come li ho pitturati. Se pensi che la vernice possa venire via, magari su aree di attrito, valuta di passare una mano di fissativo trasparente.

      dipingere mobili antichi

      Bene cara/o faidateddista, se l'articolo ti è stato utile, una condivisione, nel tuo canale social preferito, è sempre più che gradita. Noi ci si legge al prossimo lavoro di fai da te
      Buona verniciatura!

      Aggiornato Ottobre 2019
      Moira Tips
      Yandex.Metrica