Cerca nel blog

LOCAZIONI BREVI: REGOLE dell'AGENZIA delle ENTRATE per intermediari

Contratti di locazioni brevi: Regole per gli intermediari immobiliari e le piattaforme online. Codici tributo per gli affitti brevi, come compilare F24, Video agenzia delle Entrate, Guida pdf.

Questo video è stato messo online direttamente dall'agenzia delle entrate per chiarire al meglio chi deve effettuare la ritenuta sui redditi percepiti, quando e come farla.



LOCAZIONI BREVI: REGOLE dell'AGENZIA delle ENTRATE per intermediari


Trascrizione video agenzie entrate:

In questo video parliamo dei contratti di locazione breve e delle regole che devono seguire gli intermediari immobiliari e le piattaforme online che mettono in contatto persone in cerca di alloggio con chi dispone di un immobile da affittare per periodi brevi.

Vedremo:

  • Quali dati devono essere comunicati, 
  • Come conservarli, 
  • In quali casi va effettuata la ritenuta,
  • Come versarla.

Le “locazioni brevi”, di cui parliamo in questo video, sono quei contratti di affitto, di immobili a destinazione residenziale, di durata non superiore a 30 giorni stipulati da persone fisiche al di fuori dell’attività d’impresa, tramite intermediari o piattaforme online, compresi quelli che prevedono la fornitura di biancheria e la pulizia dei locali, e la fornitura di servizi che si possono considerare connessi alla natura di questo tipo di contratti.

La disciplina si applica anche ai contratti di locazione di singole stanze, ai contratti di concessione in godimento dell’immobile stipulati dal comodatario e alla sublocazione.



La manovra correttiva 2017 (Decreto legge n. 50 del 2017, convertito con legge del 21 giugno 2017, n. 96) ha previsto che:

  • i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare
  • quelli che gestiscono portali online 

mettendo in contatto chi è in cerca di un immobile con chi possiede immobili da locare, qualora intervengano nella stipula del contratto, devono comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati dei contratti stipulati dal 1° giugno 2017 e, qualora incassino i corrispettivi o intervengano nel pagamento, devono anche trattenere una somma pari al 21% del corrispettivo da riversare all'erario entro il mese successivo.

Ai redditi che derivano da questi contratti si applica quindi, in via opzionale, il regime della cedolare secca con l’aliquota del 21%, sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali sui redditi derivanti dalla locazione.

La ritenuta viene operata a titolo di imposta in caso di opzione per la cedolare secca, o a titolo di acconto se il beneficiario non sceglie, in sede di dichiarazione dei redditi, di applicare il regime della cedolare.

CHE DATI VANNO TRASMESSI all'AGENZIA delle ENTRATE?


Gli operatori, ossia i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e i gestori di portali online, devono trasmettere all'Agenzia i dati sui contratti conclusi grazie alla loro intermediazione e cioè:

• Nome, cognome e codice fiscale del locatore
• Durata del contratto
• Importo del corrispettivo lordo
• Indirizzo dell’immobile

Per i contratti che riguardano lo stesso immobile e che sono stipulati dallo stesso locatore, gli operatori possono comunicare i dati anche in forma aggregata.
Nel caso in cui vi siano più proprietari dello stesso immobile, la ritenuta viene operata nei confronti del comproprietario che ha stipulato il contratto di locazione breve.

I dati vanno trasmessi entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di conclusione del contratto. La trasmissione deve avvenire utilizzando i canali telematici dell’Agenzia, secondo le specifiche tecniche che saranno pubblicate sul nostro sito internet, direttamente o tramite un intermediario abilitato (Caf, commercialista...)

Gli operatori tenuti a effettuare la ritenuta possono assolvere all'obbligo di trasmissione dei dati con la certificazione unica delle ritenute operate, rilasciata al locatore e inviata all'Agenzia delle entrate. Questo consente all'Agenzia di inserire i dati nella dichiarazione precompilata.

I soggetti non residenti trasmettono i dati ed effettuano la ritenuta tramite la loro stabile organizzazione o, qualora ne siano privi, avvalendosi di un rappresentante.
Gli intermediari tenuti ad effettuare la ritenuta certificano gli importi corrisposti e le ritenute operate attraverso la Certificazione Unica, utilizzando il modello approvato dall'Agenzia delle entrate.

La certificazione unica deve essere rilasciata al locatore entro il 31 marzo e inviata all'Agenzia in via telematica entro il 7 marzo, di ogni anno. Questa contiene già le informazioni che l’intermediario ha l’obbligo di comunicare entro il mese di giugno, come abbiamo visto prima. Pertanto in questi casi non sarà necessario trasmettere ulteriori dati.

Entro il 31 luglio deve essere inviato il modello 770 nel quale NON devono essere inserite le informazioni già comunicate con le Certificazioni uniche, ma soltanto alcuni dati relativi ai versamenti da indicare in appositi quadri riepilogativi.

Gli intermediari effettuano la ritenuta del 21% sull'intero importo indicato nel contratto di locazione breve, dovuto dal conduttore al locatore, sempre e SOLO se intervengono nel pagamento o incassino i corrispettivi.

L’aliquota della cedolare secca prevista per i contratti di locazione breve è pari al 21% e, come dicevamo, è applicata sull'intero importo del canone indicato nel contratto.
È inclusa inoltre, la provvigione se trattenuta dall'intermediario sul canone dovuto al locatore.

La norma prevede che la disciplina in esame si applica SOLO se il locatore è una persona fisica che agisce al di fuori dell’attività d’impresa.

Come capire se effettuare o meno la ritenuta?


Per individuare se effettuare o meno la ritenuta, l’intermediario o la piattaforma devono basarsi sui dati forniti dal locatore che resta responsabile della veridicità dei dati indicati.

Quindi per esempio, se il locatore ha comunicato il proprio numero di partita IVA, l’operatore può ritenere quel contratto ESCLUSO da questa disciplina.

La ritenuta va versata entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui è effettuata. L’operatore può effettuare un unico versamento cumulativo relativo all'importo delle ritenute operate in ciascun mese. La ritenuta va versata tramite il modello F24.

Codici tributo da utilizzare


Per versare la ritenuta bisogna inserire il codice tributo 1919 nella sezione Erario in corrispondenza delle somme indicate nella colonna Importi a debito versati.

Vanno indicati anche il mese (evidenziare colonna due) e l’anno di riferimento (evidenziare la colonna anno

Esempio di compilazione del modello F24


  • Importo da versare: 6000 euro 
  • Anno cui si riferisce la ritenuta: 2017 
  • Mese di riferimento: marzo (mese n.3)
codice tributo 1919


Per recuperare in compensazione le eventuali eccedenze di versamento delle ritenute dai successivi pagamenti di competenza dello stesso anno va inserito il codice tributo 1628.

Per recuperare in compensazione le eventuali eccedenze di versamento delle ritenute dai pagamenti di competenza dell’anno successivo va inserito il codice tributo 6782 (mostrare inserimento dei 3 codici tributo nell’F 24).

Gli operatori sono infine tenuti a conservare gli elementi posti alla base delle informazioni comunicate e i dati dei pagamenti per i cinque anni successivi a quello della dichiarazione.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito delle Agenzie delle Entrate.




Se trovi utile l'articolo, mi farebbe piacere se lo condividessi cliccando uno dei tasti social che vedi qui sotto. Grazie!

PER SAPERNE DI PIÙ - link utili: 
LOCAZIONI BREVI: Come compilare F24.
INFORMAZIONI sulla CEDOLARE SECCA.
Dl 50/2017 (convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96) - articolo 4 (regime fiscale delle locazioni brevi) 
Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 88/E del 5 luglio 2017 (istituzione del codice tributo per il versamento delle ritenute sui contratti di locazione breve) 
Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 24/E del 12 ottobre 2017 (chiarimenti sul regime fiscale delle locazioni brevi)
Ottobre 2017
Moira R.J

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti idonei saranno pubblicati entro 48h:
Per leggere la risposta, salva la pagina e controlla dopo un paio di giorni, in caso non ricevessi la notifica.
Un nome/nickname in firma, è gradito. SPAM, links, email are blocked.

Amazon consigli per gli acquisti

Yandex.Metrica